• Benvenuto in Making Videogames!
  • Condividi la tua passione!
  • Crea il tuo Videogioco!
Benvenuto ospite! Login Registrati



Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Title: Programmatore o Analista
Modi discussione
#1
Ciao ragazzi, sono intenzionato a prendere un corso di formazione all'istituto Cefi, visto che rilasciano certificazioni, il problema è la scelta del corso , programmatore o Analista programmatore, tra le due cambia molto sia nelle ore del corso sia nel costo, ora io so programmare un pochino o perlomeno conosco la logica dei linguaggi, se prendo analista programmatore pensate che faccio il passo più lungo della gamba? Perché programmazione la so da autodidatta, ma penso che se devo spendere soldi tanto vale spenderli per un corso che sia più completo, voi che pensate?
 
Reply
#2
Riporta le differenze dei corsi, così posso valutare se ne valga la pena.
 
Reply
#3
Oh mamma.. non sentivo parlare di "analista programmatore" da taaaantissimi anni. Dannata terminologia anglofona. 

In effetti sarebbe il passo successivo alla programmazione "spicciola" e di solito è un titolo che si "ottiene" sul campo. Non è necessario però che chi lo diventa sia stato per forza un programmatore.

Conosco programmatori che non sono capaci di fare una analisi e occorre dirgli preciso preciso cosa fare e analisti molto bravi che vengono ad esempio dal mondo bancario o assicurativo ma che sanno al massimo usare le formule e le macro di excel.

Immaginando un metodo piramidale di sviluppo software in una azienda software, l'analista appunto fa l'analisi del progetto sia esso qualcosa di nuovo o una modifica dell'esistente e "istruisce" i programmatori su cosa debbano fare (i programmatori poi sanno "come" farlo). L'analista ascolta il committente, osserva la documentazione preesistente, ecc.. ed è capace di imbastirci un progetto.
Si rende conto che serve un db, decide quale sia il migliore, se serve una app web o una client/server, individua i connettori con altri soft preesistenti.

Spesso finisce anche per gestire e coordinare i programmatori, cosa che comunque non gli competerebbe e non è scontata.

Parliamo di analisi dei requisiti, di identificazione dei domini, disegno di diagrammi di flusso e di diagrammi Entità-Relazioni, analisi funzionale.

http://www.federica.unina.it/smfn/ingegn...-software/
http://www.valdarnotech.it/articolo/IT/5...tware.html

Come dice aandrea1974 facci vedere i punti del programma. Però se dici di essere autodidatta io opterei per il programmatore (Java? C#? Python?)
 
Reply
  


Vai al forum:


Browsing: 1 Ospite(i)